Feeds:
Articoli
Commenti

Brasero, cd e Gentoo!

Aggiungere il vostro utente a plugdev e a cdrom e poi controllare che plugdev sia aggiunto in haldaemon.

Potete fare ciò con il comando:

usermod -a -G

oppure editando da root:

/etc/group

Ora brasero vedrà i vostri supporti 🙂

PS: ovviamente la premessa è aver abilitato le flag USE appropiate!

Annunci

ARTICOLO SPOSTATO IN UNA PAGINA APPOSITA:

CLICCA QUI

Modificare ebuild Gentoo…

Durante la mia prima installazione di Gentoo ho  installato gnome-base/gnome che si è portato dietro softwares che non mi interessano.

Il problema è che se io disinstallo tali softwares e poi do:

emerge -uDavN world

i programmi appena disinstallati verranno (ovviamente) reinstallati dato che sono dipendenze di gnome-base/gnome.

Come risolvere sto problema senza troppi casini?

Semplice, basta modificare l’ebuild di Gnome 🙂

Intanto creiamo una cartella portage per lavorare in locale:

mkdir /usr/local/portage

Ora editiamo make.conf e aggiungiamo tale riga:

PORTDIR_OVERLAY="/usr/local/portage"

Chiudiamo l’editor e cerchiamo la categoria e il nomepacchetto del pacchetto che ci interessa con:

emerge -s $nomepacchetto

Creiamo la cartella $categoria/$nomepacchetto (in questo caso gnome-base/gnome):

mkdir -p /usr/local/portage/gnome-base/gnome

Copiamo l’ebuild ufficiale nella cartella appena creata:

cp /usr/portage/gnome-base/gnome/gnome-2.26.3.ebuild /usr/local/portage/gnome-base/gnome/gnome-2.26.3.ebuild

Entriamo nella cartella:

cd /usr/local/portage/gnome-base/gnome/

Editiamo il nostro ebuild in tranquillità togliendo i softwares che non ci interessano:

nano -w gnome-2.26.3.ebuild

Chiudiamo l’editor e generiamo il file manifest (da fare ogni volta che si edita l’ebuild!)

ebuild gnome-2.26.3.ebuild manifest

Disinstalliamo ora i pacchetti che non ci interessano con:

emerge -C $nomepacchetti

Ora potete dare:

emerge -uDavN world

senza problemi 🙂

È da poco uscita Lucid e già fervono i lavori per Maverick! 😉

Sono stati aperti i repository per Maverick…se volete vi ho fatto uno script che si occuperà di cambiare i repo e di aggiornare la distro:

DOWNLOAD SCRIPT MAVERICK

Gentoo, la fine :)

Dopo circa:

  • 40 minuti per la compilazione del Kernel;
  • 1 ora e 45  minuti per la compilazione di Xorg;
  • 3 ore  e 20 minuti per la compilazione di Gnome;

Finalmente mi sono loggato sulla mia Gentoo 🙂

Hosted by imgur.com

Desktop default di Gentoo...

Hosted by imgur.com

Kernel e Gnome in Gentoo stable...

Hosted by imgur.com

Consumo risorse...consumo!?!?? 🙂

Che dire, un’esperienza fantastica!

La totale possibilità di personalizzazione e di ottimizzazione, la fluidità e la semplicità di Emerge, sono solo alcuni dei pregi di Gentoo!

Davvero, se avete tempo e soprattutto se avete conoscenza del vostro PC (oltre che di Shell, Linux et similia) vi consiglio di “””perderci””” un po’ di tempo!

La soddisfazione poi sarà massima 😀

Ho deciso di rifare tutto perchè EXT4 mi dava problemi al boot…formattando in EXT3 è andato tutto bene, ho compilato il kernel manualmente e ho appena emerso xorg (emerge xorg-server, circa 1h e 45m) e ho fatto un po’ di configurazioni varie a HAL & Co.

Ora sto vedendo tramite genlop quanto tempo mi chiederà la compilazione di GNOME, così so quando lanciarla 😉  (emerge gnome | genlop -p)

Che dire…appena ho finito di installarla cercherò di fare una bella guida 🙂

Per ora sono molto soddisfatto, Emerge è una gran figata!

Gentoo? Gentoo!

sudo mount -t ext4 /dev/sda3 /media/gentoo

sudo mount -t proc none /media/gentoo/proc

sudo mount -o bind /dev /media/gentoo/dev

sudo chroot /media/gentoo /bin/bash

Tutto tranquillo, compilazione manuale del kernel pure…poi do:

emerge xorg-server

E iniziano i problemi……………..risolti con:

echo dev-libs/cyrus-sasl -ldap >> /etc/portage/package.use

Maggiori info nel corso dei prossimi giorni 🙂